Costi medi di una Società per Azioni

Quali sono in Media i Costi di una Società per Azioni di medie dimensioni?

La società per azioni è un tipo di azienda che prevede diversi vantaggi ma che, allo stesso tempo, comporta un certo tipo di costi, i quali devono essere conosciuti con precisione da parte di coloro che intendono avviare questo genere di società in maniera corretta e senza alcuna imprecisione.

Il costo di avviamento della società

Come primo costo che un imprenditore deve sostenere per poter avviare la sua società per azioni, vi è il versamento di capitale iniziale, ovvero quello che consente all’impresa di essere operativa.
Questa somma di denaro è variabile a seconda del numero di soci che prenderanno parte a tale impresa in qualità di fondatori della stessa società.
Nel caso in cui il numero di persone che decide di investire il proprio capitale in questo genere di attività sia superiore al socio singolo, ovvero almeno due persone devono essere presenti all’interno della società come fondatori, generalmente il capitale che deve essere apportato necessita di essere pari ad almeno 30 mila euro.
Qualora la società che deve essere fondata veda un solo socio, la somma del capitale minimo che deve essere apportato affinché la società possa essere avviata deve essere pari ad almeno 120 mila euro.
Pertanto è bene prendere in considerazione questo genere di caratteristica in maniera tale che le proprie idee siano abbastanza chiare sul tipo di società e numero di soci che devono essere presente durante l’atto di fondazione della stessa impresa.


I costi burocratici per avviare la società

Per fare in modo che questa società possa essere avviata in maniera corretta, è necessario sostenere diversi costi che permettono di registrare l’impresa e di poter iniziare a operare in quel determinato settore.

Il primo costo che deve essere sostenuto è quello del bollo, il quale ha un prezzo pari a 156 euro, il quale viene seguito ovviamente da quello di registro, il cui prezzo si aggira attorno ai 200 euro.

A questi costi bisogna aggiungere anche quello relativo alla registrazione presso la Camera di Commercio, affinché l’impresa possa essere riconosciuta a livello nazionale senza grosse complicazioni.
In questa circostanza è necessario mettere in risalto come il costo relativo a tale procedura sia pari a 290 euro.


Quanto costa sciogliere la società per azioni

Bisogna anche parlare di un prezzo aggiuntivo che le imprese, in questo caso i soci della ditta per azioni, devono sostenere nel momento in cui l’azienda stessa deve essere sciolta, indipendentemente dalla motivazione che spinge gli stessi soci a prendere questa particolare decisione.

In questo caso occorre sottolineare come i prezzi che si andranno a sostenere saranno identici a quelli che hanno costituito l’atto di registrazione: questo significa che il bollo per la cancellazione avrà un costo pari a 156 euro, seguito da quelli di registrazione presso la Camera di Commercio, pari a 290 euro e 200 per le altre procedure di registrazione stessa.
Pertanto questo è un prezzo medio da considerare visto che anche la procedura di scioglimento deve essere necessariamente pagata.


Altri prezzi della società per azioni

Ovviamente occorre anche prendere in considerazione quelli che sono i diversi costi di amministrazione e gestione che riguardano l’impresa, nonché i prezzi che si andranno a sostenere nel momento in cui si vuole avere la sicurezza che la ditta possa essere completamente operativa.
In questo frangente si fa riferimento ai prezzi dei vari macchinari, operazioni di manutenzione e altre procedure che permettono all’impresa di essere attiva e operativa.
Sarà quindi necessario prendere in considerazione questo genere di prezzi in maniera tale da prevenire eventuali errori durante la richiesta dei fondi alle varie banche.

Il costo medio di una società per azioni si aggirerà quindi attorno ai 130 mila euro solo per la costituzione, col prezzo che salirà in base ai macchinari che verranno acquistati per la fase produttiva.